Stanlio & Ollio: gli uomini dietro i due miti del cinema

Sharing is caring!

Stanlio e Ollio. Probabilmente ai millenials questi due nomi non diranno nulla, a quelli con qualche anno in più invece strapperà un sorriso.

Stanlio & Ollio

Senza dubbio Stan Laurel e Oliver Hardy sono stati una delle coppie comiche più famose del cinema e, pur avendo raggiunto l’apice del loro successo nei decenni tra il 1930 e il 1950, tra repliche televisive e varie raccolte a loro dedicate, la loro fama ha raggiunto anche i giorni nostri.

Oggi quindi vi darò la mia opinione sul film a loro dedicato, Stanlio & Ollio (Stan & Ollie) diretto da Jon S. Baird.

Stanlio & Ollio

La storia verterà non tanto sulla carriera cinematografica del duo, ma sul tour teatrale del 1953.

Infatti se all’inizio vedremo alcune riprese del film “I fanciulli del West” del ’37,

Stanlio & Ollio

la scena si sposterà rapidamente 16 anni più tardi quando la coppia, ormai invecchiata e nella fase calante della loro carriera, accetta di partecipare ad un tour teatrale con la speranza di farsi finanziare un film al quale Stan sta lavorando alacremente.

Però se da una parte il film si concentrerà su alcune gag e scenette tipiche del duo, il fulcro della storia si focalizzerà sul mostrare il lato più umano dei due attori e i loro rapporti interpersonali.

John C. Reilly e Steve Coogan, i due attori che ricoprono gli ingombranti panni rispettivamente di Hardy e Laurel, hanno omaggiato in maniera ineccepibile il duo comico.

Stanlio & Ollio

Nei 98 minuti di pellicola si vede quanta dedizione entrambi hanno dato per poter interpretare i rispettivi ruoli. E questo non solo nell’aspetto fisico ma, ben più importante, nella mimica.

In pratica sembrava di vedere realmente un documentario sul duo e non un film sceneggiato.

Stanlio & Ollio

Però, come dicevamo all’inizio, il film non si concentrerà sui personaggi comici che tutti abbiamo visto al cinema o in televisione, ma su i due uomini dietro i loro ruoli.

Conosceremo quindi Stan e Oliver nella vita di tutti i giorni e nel loro rapporto umano. Capiremo come nascevano le gag e le situazioni comiche che riversavano nei loro spettacoli e nei loro film.

Insomma lo spettatore capirà la profonda amicizia che legava la coppia.

Stanlio & Ollio

Forse il film ha un piccolo difetto. Infatti gli sceneggiatori potevano spiegare in maniera più chiara la fase di incrinatura della coppia per eventi che verranno solo accennati all’inizio e ripresi nella seconda metà della pellicola.

A mio modo di vedere spendere qualche scena in più avrebbe dato un valore aggiunto alla parte finale del film.

Insomma, Stanlio & Ollio vuole essere sia un racconto sia un omaggio ad una delle più famose coppie comiche del cinema di tutti i tempi, raccontando non tanto la scalata al successo, ma piuttosto l’ultima parte della loro carriera, quello che potremo definire il loro ultimo “canto del cigno”, soffermandosi maggiormente sugli uomini dietro ai personaggi che abbiamo amato.

Se conoscete anche solo per qualche gag della coppia questo film merita di essere visto, anche solo per la bravura dei due attori nel calarsi nel ruolo.

Se invece non sapete neanche di chi stiamo parlando, allora onestamente non vale la pena recuperare la pellicola, perché forse non la apprezzereste.

See you next

Lascia un commento