Guardiani della Galassia Vol.3: Dave Bautista ancora all’attacco

Guardiani della Galassia Vol.3: procedono le vicende sul licenziamento da parte di Disney del regista James Gunn. Dopo la sospensione della produzione, avvenuta alcuni giorni fa, come documentato da noi in questo recente articolo.

L’attore e wrestler Dave Bautista, nel ruolo di Drax, ha rinnovato il suo appoggio totale al regista.

“Adoro James (I love James). James mi ha davvero cambiato la vita, quindi è anche una faccenda personale” ha dichiarato al “The Jonathan Ross Show”.  Ha raccontato di come lo abbia risollevato da un periodo difficile. “Ho lottato e fatto la fame per tre anni, a malapena trovavo un lavoro” ha confessato. “C’erano poche persone che credevano in me lungo il cammino, ma James è stato qualcuno che ha davvero cambiato il corso della mia vita”.

Al momento il progetto è stato sospeso indefinitamente.

“Per me è una questione personale, una questione morale e politica riguardo ciò che hanno fatto!”. Ha poi aggiunto: “Sono stato molto esplicito nell’esprimere come mi sento, e non ho paura di confessare come mi sento. Mi sento proprio così”.

Mentre il cast dei Guardiani ha firmato una lettera aperta ai fans, e Chris Pratt e Zoe Salana hanno sostenuto Gunn; Bautista è stato sicuramente il membro del cast più esplicito.

La domanda che è lecito porsi è: “E se fosse tutto una strategia, un’eccellente strategia di marketing?”

Tutto è possibile di questi tempi, purtroppo.

Ma una cosa è certa: se davvero non sarà James Gunn a dirigere i Guardiani della Galassia Vol.3, è probabile che il film non si farà. Ricordiamo che Dave Bautista ha dichiarato e minacciato di non partecipare al progetto, qualora non richiamassero lo stesso regista, avendo lui firmato un contratto con James Gunn in quel ruolo per tutti i capitoli previsti.

E se la Disney oserà far dirigere il film ad un altro regista (si è vociferato riguardo Taika Waititi: vedere questo articolo scritto dal nostro Ric Hunter) rischierà di attuare un suicidio per tutto il Marvel Cinematic Universe. E’ innegabile che l’apporto di James Gunn al MCU ha certamente contribuito notevolmente al successo stratosferico del marchio Marvel e Disney.

Tutti i fans dei Guardiani della Galassia sono estremamente preoccupati anche riguardo le musiche del Vol.3. A dire di James Gunn stesso, erano state già scelte.

Per il ruolo che hanno all’interno stesso della narrazione, le musiche dei Guardiani della Galassia sono parte fondamentale dovuta a James Gunn stesso, quanto la sua regia e la sua scrittura.

Non far girare “Guardiani della Galassia Vol.3” a James Gunn, sarebbe come aver fatto girare Spiderman 3 a un altro regista, piuttosto che a Raimi. Oppure… potete immaginare “Il Signore degli Anelli: il Ritorno del Re!” diretto da un altro regista, invece che da Peter Jackson?

Quando si parla di autori e artisti con la A maiuscola, così strettamente legati alle loro opere da renderle uniche e peculiarmente “loro”, c’è poco da fare. Il genio artistico di un individuo che ha impresso ad un’opera, in questi casi, ad una saga la sua impronta può essere eliminato così, in questo modo?

Potevano esistere altri Metal Gear, senza l’apporto del genio creatore Hideo Kojima?!

Detto questo passo e chiudo. (per ora!)

Fonte principale: CBR: Dave Bautista Says James Gunn ‘Really Changed My Life’

Chi è l'autore: Orpheus
Dalla tenera età di 7 anni suona, legge, guarda film, scrive, pensa, sente e ogni tanto fa qualcos'altro.

Partecipa!

Get Connected!

Come and join our community. Expand your network and get to know new people!

Commenti

Ancora nessun commento