Spitlings: Quando lo sputo diventa divertente

Spitlings: Quando lo sputo diventa divertente

6 Maggio 2020 0 Di Canessio

Spitlings

6.8

Gameplay

8.0/10

Trama

5.0/10

Longevità

8.0/10

Comparto tecnico

6.0/10

Pro

  • Divertente in compagnia
  • Level design di ottima fattura
  • Gli Spitlings sono ben realizzati

Contro

  • Single player non proprio soddisfacente
  • Assenza di una trama
spitlings, Spitlings: Quando lo sputo diventa divertente Listen to this article

Ebbene, è arrivato il momento di tirare le somme su Spitlings titolo indie disponibile prima su Stadia e in arrivo poi sulle altre console. Come se la cava il party game più bizzarro di sempre?

Cosa è Spitlings?

Spitlings è un tenerissimo hardcore action – arcade game che ci mette nei panni di strane creature quadrate di nome, appunto, Spitlings. Il compito è quello di liberare tutti e 100 gli Spitlings in game superando determinati livelli a suon di “sputi”, si avete capito bene… sputi!

Il titolo ci ha ricordato molto Bubble Bobble, mitico titolo arcade, per via, essenzialmente, del concept dei vari livelli costruiti su più piani e sul tipo di gameplay che dovremmo adottare per completare i vari livelli. Ma non è un plagio, assolutamente. Spitlings rinnova la formula rendendola più divertente e colorata. Gli Spitlings sono ben disegnati, ognuno con le sue caratteristiche visive ed upgrade sulla quantità di sputi consecutivi possibili da realizzare. Più avanti andremo, più livelli completeremo, più Spitlings otteremo.

spitlings, Spitlings: Quando lo sputo diventa divertente

Il titolo ci mette a disposizione una Modalità Storia classica ed una Modalità Arcade dove dovremmo portare a termine determinate sfide. Per non farsi mancare nulla i ragazzi di Massive Miniteam hanno inserito una modalità che ci permetterà di realizzare il nostro livello e dare libero sfogo alla nostra fantasia. Tutte le modalità citate sono godibili sia in single-player che in multiplayer fino a 4 giocatori.

Proprio il multiplayer fino a 4 giocatori rende il titolo assolutamente da avere su Stadia! Abbiamo completato il titolo in solitaria, non senza qualche difficoltà, ma ci siamo divertiti di più giocando con altri tre amici.

In Spitlings dovremo liberare l’aera di gioco dalle strane bolle colpendole con i nostri sputi evitando di farci colpire schivandole o nascondendoci nella calda gelatina, ma sopratutto evitando di rimanere con la bocca asciutta. E si, perché se non saremo capaci di limitare il nostro sputare, finiremo a girovagare per la mappa di gioco in balia delle bolle con poche probabilità di difenderci se non attraverso l’utilizzo del tasto B che ci permetterà di “mangiarle”.

spitlings, Spitlings: Quando lo sputo diventa divertente

In multiplayer le cose diventano un tantino più caotiche in quanto, nel caso un nostro compagno finisse per farsi colpire da queste bolle, tutta la squadra riceverà il game over e bisognerà ripetere tutto da capo. Abbiamo avuto difficoltà in alcuni livelli per via della mancata coordinazione tra di noi, ma è questo che più abbiamo amato di Spitlings: il suo incitarci a giocare con altri. A fare squadra, a perdere e vincere insieme. Non si lasciano i compagni di battaglia indietro, si muore con loro!

Livello tecnico

Come detto Spitlings è un indie game che sa il fatto suo. I mostriciattoli sono ben caratterizzati, così come le varie aree di gioco, colorate e differenti tra loro, con varie scorciatoie per attaccare i nemici dalla posizione più vantaggiosa. Avremmo la possibilità di ricevere diversi temi che cambiano il background della mappa rendendo il tutto più variegato possibile.

Non abbiamo riscontrato problemi di controlli. Il tutto rispondeva benissimo. Possiamo solo lamentarci un pochino della mancanza di una trama più dettagliata che non andremo a spoilerare, ma essendo il titolo dedicato più al party rapido, non possiamo criticare più di tanto.

spitlings, Spitlings: Quando lo sputo diventa divertente

Abbiamo provato il titolo su Acer Chromebook R11 e un Google Pixel 4. Sul Chromebook abbiamo riscontrato rallentamenti, mentre sul Pixel 4 il tutto girava liscio con impostazioni alla massima qualità, HDR attivo e 100mbps di connessione internet.

Divertente si, ma se si ha compagnia

In conclusione ci sentiamo di consigliare Spitlings sopratutto a chi ha un gruppetto di amici con cui condividere questa divertente avventura o alle famiglie per passare una serata diversa. Il titolo, ripetiamo, è godibile anche in solitaria, ma perde la sua caratteristica principale, spingendoci a completare i livelli quasi con l’obbligo di farlo.

Se cercate un party game divertente, unico, con tanti sputi, vittorie, sconfitte da condividere e mostriciattoli colorati da collezionare… beh, allora Spitlings fa al caso vostro!
Un po’ meno se ne usufruirete in solitaria, in quanto la sfida in se stessa non è tanto appetibile.

spitlings, Spitlings: Quando lo sputo diventa divertente