Luigi's Mansion 3

Luigi’s Mansion 3: La recensione

Il secondo idraulico più famoso della storia dei videogiochi è tornato con un’avventura tutta sua, Luigi’s Mansion 3.

A distanza di 17 anni dal lancio del capitolo originale su GameCube e dopo 6 anni dal secondo capitolo su 3DS, Luigi torna a vestire nuovamente i panni dell’acchiappafantasmi.

Un caloroso benvenuto dall’Hotel Miramostri

La compagnia composta da Mario, Luigi, la principessa Peach e 3 piccoli Toad parte per una vacanza raggiungendo la magnifica location dell’Hotel Miramostri. Dopo una calorosa accoglienza, il gruppo si ritira nelle proprie stanze per riposare ma durante la notte l’hotel si rivela per quello che è realmente: una magione spettrale governata da Re Boo, fuggito dalla prigionia a cui era costretto dal capitolo precedente, in cerca di vendetta.

Vengono tutti catturati dal malvagio spettro ad eccezione di Luigi che, scappando dalla paura, riesce a rifugiarsi nel seminterrato dove trova il Poltergust G-OM scoprendo dunque che anche il professor Strambic è stato catturato dai fantasmi.

Armato di torcia e aspirapolvere, il buon Luigi dovrà sfidare le proprie paure per liberare tutti i suoi amici.

Luigi's Mansion 3 - Screenshot 1

Un amico verde

Luigi’s Mansion 3 è strutturato a livelli che non sono altro che i piani dell’hotel (a differenza del capitolo precedente in cui erano presenti più location da esplorare), ognuno caratterizzato da un tema ben definito anche non ci sono collegamenti tra i vari piani.

I comandi di gioco invece hanno mantenuto la semplicità dei capitoli precedenti: con il nostro aspirapolvere “modificato”, potremo soffiare, aspirare e lanciare una potente onda d’urto utile quando si è accerchiati dai nemici. Ma oltre all’aspirapolvere, Luigi avrà a disposizione una torcia in grado di illuminare gli angoli più bui e di rivelare oggetti e porte nascoste.

La novità sostanziale del gameplay di Luigi’s Mansion 3, però, è senza dubbio Gommiluigi, la versione “slime” di Luigi in grado di attraversare grate e tubature e capace di eseguire le stesse azioni della sua controparte in carne ed ossa tranne che attraversare o addirittura calpestare qualsiasi cosa che si presenti allo stato liquido.

Questa aggiunta è importantissima a livello di gameplay perché oltre a permettere di esplorare i piani dell’hotel sotto un nuovo punto di vista, consente ai giocatori di vivere quest’avventura con un compagno in co-op locale.

Luigi's Mansion 3 - Screenshot 2

Enigmi e (pochi) combattimenti

Disinfestando i vari piani dell’hotel dai fantasmi, Luigi avrà un gran da farsi con gli enigmi ambientali che dovrà risolvere sfruttando tutte le abilità degli strumenti a disposizione. In questo gli sviluppatori di Next Level Games sono stati molto abili poiché i puzzle mettono sempre alla prova il giocatore ma non sono mai frustranti e soprattutto ripetitivi. Inoltre, se proprio non si riesce ad andare avanti, ci sono i consigli del professore ad indicarci la via.

Ad intervallare le sezioni puzzle, ci sono una o più sequenze di combattimento con i fantasmi (molto meno frequenti rispetto al capitolo precedente), presenti in poche tipologie ma ben caratterizzati e spesso personalizzati in base al piano che si sta visitando. Purtroppo, oltre agli epici scontri con i boss di fine livello in cui si alza leggermente l’asticella della difficoltà (ma non troppo), i fantasmi comuni sono piuttosto semplici da sconfiggere e rappresentano più un ostacolo sul nostro cammino che una vera e propria minaccia.

Luigi's Mansion 3 - Screenshot 3

Divertimento per tutti

Come già detto, è possibile completare la storia di Luigi’s Mansion 3 con un compagno in cooperativa locale che assumerà il controllo di Gommiluigi. Ma non è l’unico modo per divertirsi in compagnia.

Sono infatti presenti altre due modalità di gioco pensate appositamente per il multiplayer. Nella prima, Giochi paranormali, un massimo di 8 giocatori può dividersi in due squadre e cimentarsi in 3 simpatici minigiochi; nella seconda, Torre del caos, un gruppo di giocatori in locale oppure online dovrà liberare il più velocemente possibile dai fantasmi tutti i piani di un albergo generato proceduralmente.

Luigi's Mansion 3 - Screenshot 4

Bello da vedere e da ascoltare

Sotto il punto di vista tecnico, Luigi’s Mansion 3 si piazza tranquillamente tra i migliori titoli pubblicati su Nintendo Switch. Sarà per l’ambientazione chiusa e circoscritta, ma gli sviluppatori hanno realizzato un’opera veramente egregia sfruttando tutto il potenziale della console ibrida godibile sia in versione portatile che fissa.
Le animazioni di Luigi, poi, riescono a trasmettere tutto il terrore che il protagonista prova spostandosi da una stanza all’altra cercando di non imbattersi nelle malvagie entità spettrali.

Una colonna sonora sapientemente orchestrata infine accompagna Luigi nel suo viaggio scandendo le vari fasi di gioco, con effetti sonori da vera casa del terrore che spaventano non solo il povero Luigi ma anche il giocatore.

Luigi's Mansion 3 - Screenshot 5

Una gemma da museo

Per portare a termine il titolo ci vorranno all’incirca 15 ore, ma le ore di gioco possono salire tranquillamente a 20 se vogliamo completare la raccolta delle gemme sparse tra i vari livelli e la cattura di tutti i Boo nascosti tra gli arredi dell’hotel; senza contare le ore che potremo passare in compagnia dei nostri amici con le modalità multiplayer.

Luigi’s Mansion 3 è senza dubbio il miglior capitolo della serie pubblicato finora che riesce a prendere il meglio dei titoli che lo hanno preceduto creando un gioco apprezzabile da qualsiasi tipo di giocatore: dai più piccoli e inesperti fino ai più navigati cresciuti a pane e pad.

Luigi's Mansion 3 - Screenshot 6

Luigi's Mansion 3

€ 59,99
9

Gameplay

9.0/10

Grafica

9.5/10

Audio

9.5/10

Longevità

8.0/10

Pro

  • Animazioni e ambientazioni eccezionali
  • Difficoltà ben calibrata
  • Boss fight memorabili
  • Tanto umorismo
  • Piacevole anche in compagnia

Contro

  • Pochi scontri
  • I piani non sono collegati tra loro
Chi è l'autore: Canessio

Cresciuto con Crash Bandicoot e Pokemon.
Condivido la passione per i videogiochi con quella per il calcio e l'informatica.

Partecipa!

Get Connected!

Come and join our community. Expand your network and get to know new people!

Commenti

Ancora nessun commento