GRID

GRID, la recensione – Ritorno in grande stile

Dopo svariati anni di assenza, GRID torna su PC e console. Ne sarà valsa la pena aspettare?

Codemasters ha ormai due brand di punta : F1 e DiRT Rally che ogni anno (o quasi) arrivano sui nostri scaffali con una qualità davvero invidiabile. GRID invece, è sempre stato ancor più di nicchia, ma sempre ben apprezzato dai fan perché era davvero una saga che migliorava sempre di più, riuscendo ad offrire una modalità carriera degna di nota. Cosa avrà spinto lo sviluppatore a pubblicare un reboot dopo ben 6 anni di assenza? Scopriamolo insieme!

 

GIOCATO SU : PS4 standard 

CON : Dualshock 4

 

CARRIERA

In GRID fondamentalmente il perno centrale è sempre stata la modalità carriera: lunga,

soddisfacente e varia. Spesso, nelle produzioni automobilistiche, è questo l’aspetto che invece si rivela più ostico e difficile da ravvivare dopo un tot di gare. Codemasters mantiene alta l’asticella con questo reboot, confermando la bontà delle idee e sopratutto l’anima inconfondibile del videogioco in sé che si rivela immutata dopo anni di “latitanza”. Veniamo subito immersi in una serie di gare già avviate che dovremo completare (una fase che dura 5 min appena) e poi potremo andare a giocare. Fin da subito, la modalità carriera di GRID appare incredibilmente longeva ma sopratutto varia nelle discipline. Ce ne sono ben 6. Ad esempio, abbiamo una serie di eventi realizzati in collaborazione con Fernando Alonso, famoso pilota di F1, che si rivelano un’aggiunta molto gradita. La progressione si presenta davvero appagante e con una curva di difficoltà crescente. 

 

GRID

GAMEPLAY

Il gameplay si presenta molto simile ai capitoli precedenti, in puro stile arcade. E’ fluido, adrenalinico e immediato. Permane però, giocando col pad, un effetto “saponetta” delle auto, specialmente quelle di potenza maggiore e ciò si nota nelle curve, dove l’auto tenderà a slittare anche a velocità non così elevate e con l’asfalto asciutto. Tralasciato questo aspetto che non è troppo invadente (ma si nota), troviamo anche la possibilità di riavvolgere un determinato numero di volte in caso di urto o ancora peggio schianto. Una delle poche novità introdotte consiste nell’introduzione della cosiddetta “nemesi” : in poche parole, se andremo troppe volte addosso ad un altro pilota rischieremo di farlo infuriare e diventerà nostro nemico facendo di tutto per buttarci fuori pista. Un’idea che sulla carta risulta essere un’aggiunta innovativa, ma nel pratico funziona ben poco. Mi è capitato di inimicarmi un pilota, ma non è accaduto sostanzialmente nulla. Peccato, perché l’idea poteva essere uno spunto interessante. L’IA in questo gioco è realizzata benissimo, garantendo un buon livello di sfida, dimostrando di saper gestire molto bene tante auto a schermo. C’è anche la possibilità di scegliere un compagno di squadra in base anche alle sue abilità nelle varie discipline e farlo gareggiare per la nostra scuderia, anche se in verità pure questa idea funziona fino ad un certo punto : non incide nell’esperienza di gioco individuale. Molto essenziale la modalità multigiocatore online, senza fronzoli.

La sostanza resta quella di vincere ogni gara e di affrontare un gruppo di eventi.

GRID

GRAFICA E SONORO

Il comparto tecnico di GRID è di buon livello, con effetti di illuminazione ben realizzati in qualsiasi condizione metereologica. Ovviamente non è all’altezza dei suoi “simili” DiRT Rally ma mantiene comunque una buona qualità con qualche leggera sbavatura in alcuni circuiti. Sul sonoro anche Codemasters non sbaglia un colpo, proponendo un comparto fedele. Apprezzabile anche il discreto doppiaggio italiano che ci accompagna per tutte le gare dato che saranno presenti sempre due commentatori. Tuttavia dopo poche ore di gioco, le frasi cominceranno ad essere ripetitive denotando la mancanza di varietà in questo senso. Le auto sono ben riprodotte e dettagliate, garantendo un’esperienza immersiva. Si notano alcuni “riferimenti” alla saga, ad esempio il design di alcune scritte oppure alcune sezioni del menù, scelta molto apprezzata.

GRID

 

COMMENTO FINALE

Il ritorno di GRID in salsa reboot risulta ben riuscito, riportando dopo anni di assenza, il brand sugli scaffali e riportando anche tutti gli elementi caratteristici della serie che non punta ad essere realistica ma una semplice e pura esperienza di guida. La modalità carriera è ben strutturata, ricca di divertimento ed immediatezza che solo GRID può dare, anche se alcuni tracciati sono riutilizzati in più gare. Con un comparto grafico di tutto rispetto e un gameplay più che buono, l’esperienza di gioco risulta essere godibile da tutti i tipi di giocatori, dall’hardcore al novellino/casual. Al netto di qualche sbavatura ed imperfezione nel gameplay e l’introduzione di idee che effettivamente si rivelano trascurabili, il gioco rispetta le aspettative. Un’ottima base di partenza per un futuro che si prospetta più che roseo.

GRID

69.99€
8

CARRIERA

8.3/10

GAMEPLAY

7.8/10

GRAFICA

8.0/10

LONGEVITA'

8.0/10

AUDIO

8.0/10

Pro

  • Modalità carriera ben strutturata
  • Tecnicamente valido
  • Gameplay fruibile..
  • Buon comparto audio

Contro

  • ..seppur con qualche imperfezione
  • Tracciati ripetitivi
Chi è l'autore: Nightshadow
Raccontaci qualcosa di te.

Partecipa!

Get Connected!

Come and join our community. Expand your network and get to know new people!

Commenti

Ancora nessun commento