Aspettando la next gen – DOOM (2016)

Aspettando la next gen – DOOM (2016)

2 Febbraio 2020 0 Di Nightshadow
, Aspettando la next gen – DOOM (2016) Listen to this article

Analizziamo insieme,volta per volta, i videogiochi che hanno caratterizzato l’ottava generazione di console.

Per questo episodio della rubrica, ho scelto di analizzare DOOM, il reboot del 2016 che ha riportato in auge la saga e ha riconfermato la sua ottima salute!

Leggi anche i precedenti episodi:

  1. Mirror’s Edge Catalyst
  2. Titanfall 2

DOOM Eternal, seguito di questo acclamato reboot, uscirà tra neanche due mesi su PS4,Xbox One,PC e Switch, segno che Bethesda è fiduciosa nel brand e anche io in verità lo sono.

Quindi, perché non parlare dell’ottimo DOOM (2016)?

Seguito di DOOM 3, pubblicato nel 2004, questo videogioco aveva molta responsabilità addosso tra cui, tra le più importanti, dimostrare che il brand non fosse davvero morto e che gli anni di latitanza non avessero danneggiato l’opera. E tutte queste responsabilità o chiamiamole speranze, si sono avverate con un risultato degno di nota!

, Aspettando la next gen – DOOM (2016)

Parto subito con un’affermazione: non avevo mai giocato a Doom prima d’ora, purtroppo! Quindi, la mia esperienza è quella di un novizio che si affaccia su quest’opera per la prima volta. Era,molto probabilmente, questo l’intento di Bethesda ovvero raggruppare sia i vecchi giocatori che accoglierne di nuovi. E direi che ci è riuscita in pieno!

Lo sviluppo del gioco è cominciato nel 2008 con il nome di DOOM 4, poi è cominciato da capo nel 2011 col nome di DOOM ed è stato presentato al pubblico nel 2014. Si temeva che con uno sviluppo travagliato l’opera potesse risentirne parecchio. Ma le paure erano infondate!

Il gioco è uscito nel 2016 per PC, Xbox One,PS4 e più tardi Nintendo Switch dove comunque ha ottenuto dei risultati discreti in termini di grafica e prestazioni generali.

Uno dei punti più evidenti del gioco è proprio il comparto grafico curato, dettagliato anche se non esente da difetti come cali di frame-rate (in situazioni particolarmente concitate) e pop-in delle texture nonostante i corposissimi aggiornamenti da 75 GB. Tuttavia, il lavoro svolto da Id Software è davvero ottimo, facendo risultare DOOM una meraviglia per gli occhi, con effetti delle armi e colpi ben riprodotti oltre al buon uso dell’illuminazione. Lodevole la caratterizzazione fisica dei nemici, ben distinti tra loro in aggiunta a quella degli ambienti grazie all’utilizzo dell’id Tech 6.

La storia del gioco, invece..beh vi lascio qui una frase del creatore della saga per farvi capire un pò:

La trama nei videogiochi è come la trama nei film porno: uno si aspetta che ci sia, ma non è che sia così importante

Quindi sì, anche in questo titolo, la trama è solo accennata per fare largo all’enorme quantitativo di azione presente, vero perno di questa pluridecennale saga. In sintesi: siamo su Marte e la UAC (Union Aerospace Corporation) ha usato, per risolvere la crisi energetica della Terra, l’energia infernale tramite un dispositivo.

La dottoressa Olivia Pearce ha usato questo dispositivo per aprire un portale ai demoni e invadere la stazione di Marte per poi incominciare la progressiva invasione verso la Terra. Insomma, una trama abbozzata che fa da collante tra le varie ambientazioni che andremo ad esplorare, non facendo pesare la sua poca profondità. Oltretutto, il vero fulcro di Doom è l’azione e il gameplay frenetico che da sempre lo contraddistinguono.

Il lavoro svolto sul gameplay è ottimo, regalando un’azione costante alternata a fasi di esplorazione che però si andranno riducendo sempre di più durante l’avventura. Le armi,il loro feedback, le uccisioni dei demoni in qualunque modo possibile ed immaginabile regalano al giocatore uno shooter divertentissimo, colmo di violenza e velocità. Di seguito vi lascio alcune gif esplicative della violenza nell’uccisione dei nemici, che però risulta a tratti divertente!

, Aspettando la next gen – DOOM (2016)

 

, Aspettando la next gen – DOOM (2016)

 

, Aspettando la next gen – DOOM (2016)

Le gif parlano da sè, ma sono proprio questi i tratti tipici della saga, una violenza burbera e sconsiderata unita all’azione frenetica e ad un pizzico di esplorazione che regalano un’adrenalina non facilmente raggiungibile da titoli similari.

Non solo il gameplay della storia è caratterizzato in tal modo, ma anche e sopratutto quello del multiplayer! Tutto ciò ha premiato il gioco, data la quantità non indifferente di giocatori presenti nelle lobby, almeno nei primi periodi..perché con il lancio di altri giochi è stato un processo fisiologico quello di “abbandonare” l’online del gioco per concentrarsi su quello di altri titoli.

Dopo aver elencato tutti i pregi di quello che comunque rimane un ottimo gioco, passiamo ai difetti!

Il primo e più evidente è il fenomeno di pop-in delle texture che per essere caricate hanno bisogno,delle volte, anche di ben 10 secondi. E sebbene siano stati rilasciati degli aggiornamenti molto corposi,il tutto non è stato risolto (parlando delle versioni console). L’altro difetto è quello di cali vistosi di framerate durante delle fasi concitate, il che è comprensibile, se non fosse che delle volte accade anche in momenti in cui c’è solo un nemico/due a schermo. Per il resto, DOOM rimane davvero un ottimo titolo che merita assolutamente di essere giocato e che ha fatto da apripista a quello che sarà DOOM Eternal, in uscita il 20 marzo ed inizialmente previsto per fine 2019.

Tra l’altro non si hanno ancora notizie della versione per Nintendo Switch che non ha una data d’uscita precisa.

, Aspettando la next gen – DOOM (2016)

In conclusione, pur con i suoi difetti, l’opera di Id Software è ricca di qualità a partire dalla grafica fino al gameplay e si intravede tutto l’amore del team per questo gioco, creato con l’intento di riportare in auge la saga riuscendoci perfettamente.

E le vendite dimostrano ampiamente quanto detto prima arrivando a ben 3.6 milioni di copie solo nel primo anno. Consiglio quindi vivamente di recuperare il gioco se ancora non lo avete fatto nell’attesa dell’uscita del nuovo capitolo.

Per questa volta è tutto, alla prossima!

, Aspettando la next gen – DOOM (2016)