Table Manners – La recensione

Table Manners – La recensione

12 Febbraio 2020 0 Di Nightshadow

Table Manners

7

Gameplay

7.5/10

Grafica

7.3/10

Audio

7.0/10

Longevità

6.3/10

Pro

  • Divertente
  • Graficamente ben fatto..
  • Varietà nelle ambientazioni
  • Gameplay semplice ed immediato

Contro

  • Longevità scarsa
  • ...con qualche bug di troppo
Table Manners - La recensione 1 Listen to this article

Il divertentissimo dating game di Echo Chamber e Curve Digital è finalmente tra noi: come sarà andato questo appuntamento con Yessgame? Scopritelo nella nostra recensione!

Non c’è nulla di meglio di un appuntamento con il proprio partner, candele, luci soffuse, gesti galanti..ma se fossimo una mano disincarnata? Come andrebbe a finire? E’ questo il quesito che il gioco Table Manners porta a chiederci con un esito a dir poco esilarante!

PIATTAFORMA: PC

TRAMA

Una trama vera e propria non c’è, dovremo semplicemente andare a degli appuntamenti, svolgere determinate azioni per arrivare a conquistare la persona che abbiamo di fronte culminando con una proposta finale. Un incipit molto semplice ma interessante, sopratutto perché il videogioco punta molto sulla comicità.

GAMEPLAY

Il gioco si presenta con un menù molto semplice ma anche intuitivo. Sulla destra abbiamo il PC con le impostazioni, poi c’è il quaderno che useremo per svolgere gli appuntamenti mentre sulla sinistra abbiamo un taccuino con i comandi, una sezione dove scegliere il colore della pelle e personalizzare la mano e Blundr, il social che scimmiotta il ben più famoso Tinder grazie al quale potremo scegliere il partner che più corrisponde alle nostre preferenze,sia donna che uomo. Ognuno di loro avrà una bio e una volta scelta una persona, potremo andare a chattarci scherzandoci, chiacchierando e delle volte chiedendo scusa per qualche nostro atteggiamento. Le preferenze per il genere e la bio possono essere modificate in qualsiasi momento dall’app.

Table Manners

Il gameplay non è dei più elaborati nè dei migliori, poiché è afflitto da qualche problemino di ottimizzazione dei comandi e da problemi grafici più o meno evidenti, ma di quelli se ne parlerà in seguito. Inizialmente si sceglie la lingua (manca l’italiano) e dopo verremo introdotti ad una sorta di tutorial nel quale dovremo prima scegliere il partner e poi una volta inziato l’appuntamento il gioco ci farà compiere azioni basilari di movimento per far predere la mano (non era intenzionale, lo giuro) ad esempio abbassarla, piegarla, imparare i movimenti più basici, in sostanza.

In alto a sinistra abbiamo l’icona del partner con una barra che indicherà la sua soddisfazione che scenderà se non svolgeremo le azioni in tempo fino ad azzerarsi e farlo stufare, fallendo l’appuntamento!

Table Manners

Poco sotto l’icona di soddisfazione appariranno di volta in volta delle azioni da compiere come ad esempio accendere una candela,versare del vino, speziare un determinato cibo, accompagnate da una barra che indicherà il tempo a dispozione. Più velocemente facciamo l’azione, più salirà il coinvolgimento della nostra dolce metà e avremo anche più punti a fine appuntamento.

Alla fine di ognuno, ci verrà assegnato un punteggio sia in numeri che in cuori. Più cuori otterremo, più oggetti sbloccheremo per personalizzare la mano.

Table Manners

Table Manners non è affatto un gioco difficile,anzi è piuttosto facile da portare a termine. La “difficoltà” cresce appuntamento dopo appuntamento ma non diventa mai ostica,anzi.

Dopo i primi incontri ci sarà la possibilità di ordinare il cibo direttamente da soli, senza che sia già sul tavolo. Esistono poi diverse location, la prima è The meat up, Tai Son’s, Sea by The Way e Winging It. Ognuna ha una caratteristica peculiare, che sia per il cibo disponibile oppure per il tavolo “ballerino” o la presenza di nastri rotanti.

Insomma la varietà in fatto di ambienti non manca, garantendo comunque un, seppur minimo, livello di sfida. Per fare un esempio, in Sea By The Way ci troviamo su una barca e con le onde il tavolo si sposterà da un lato all’altro dove ovviamente non ci saranno le stesse cose quindi magari se avremo bisogno di ordinare un determinato cibo dovremo aspettare di tornare dall’altra parte.

Table Manners - La recensione 2

Prendere confidenza con la mano non sarà poi così immediato e semplice, infatti ci vorrà un pò prima di manovrarla come si deve per riuscire a versare decentemente un pò di birra! Tuttavia lo spettro della ripetitività si affaccia incombente su Table Manners e diciamo che si palesa più o meno spesso, non tanto per mancanza di ambienti ma per la mancanza di innovazione nelle azioni da compiere. Dopo 4-5 appuntamenti sapremo già quali sono praticamente tutti i “compiti” da svolgere, eccezion fatta per qualche caso raro. Sul punto di vista della longevità,diciamo che si sarebbe potuto fare di più, anche se mi aspettavo che durasse meno.

Per ogni location ci sono 4 appuntamenti. Quindi 4×5 =20 + 1 (quello finale). Sicuramente per un gioco non tripla A non è un cattivo risultato, però se consideriamo che un appuntamento dura in media neanche 5 minuti si hanno un’ora e mezza scarsa di gioco, forse qualcosa in più se si fallisce qualche volta.

GRAFICA

Graficamente Table Manners si dimostra un buon gioco,sia giocando con dettagli bassi che con quelli più elevati. Gli sviluppatori hanno fatto un buon lavoro anche se sussistono dei bug grafici non indifferenti, specialmente per gli incastri dei poligoni che portano a rimanere con la mano inchiodata nel menu oppure con degli scatti inattesi che rischiano di buttare tutto a terra(mi correggo: non rischiano, lo fanno e basta). Nessun calo di frame-rate riscontrato. Forse un tantino scarna la varietà dei volti dei nostri partner, dato che il viso è rimasto identico in tutte le donne che ho incontrato, cambiava solo la pettinatura e qualche dettaglio. Ma non è una cosa che può pesare più di tanto, dato il divertimento che il gioco regala ci faremo caso ben poco.

Table Manners - La recensione 3

IN CONCLUSIONE

Table Manners si è dimostrato un buon videogioco, divertente e che prende in giro con una buona dose di ironia e leggerezza quella cerchia di persone che usa le app di dating rifacendosi al blasonato Tinder e facendoci investire i panni di una mano disincarnata. Gameplay semplice,buona resa grafica, divertimento e situazioni surreali sono tutto ciò che contraddistingue quest’opera, non esente però da difetti.

A livello grafico permangono dei bug molto fastidiosi, qualche improvviso crash, un’ottimizzazione dei comandi non proprio delle migliori e una longevità scarsa.

Se volete divertirvi a sperimentare appuntamenti,magari in una serata con gli amici, Table Manners è il gioco che fa per voi!