Fortnite: Battle Royale è attualmente uno dei giochi più giocati al mondo dopo aver adattato il gioco di base per combattere la Royale e capitalizzare l’onda principale. E mentre è disponibile e free-to-play su Xbox One e PlayStation 4 , la versione per PC è indiscutibilmente il modo migliore per giocare allo sparatutto di sopravvivenza sempre più popolare. In nessun caso Fortnite è un gioco graficamente esigente, dato il suo aspetto luminoso, colorato e semplice. Ma siamo qui per analizzare quale tipo di qualità visiva e framerate dovresti aspettarti con una guida rapida alle impostazioni grafiche e alcuni suggerimenti sulle prestazioni.

Le specifiche con cui stiamo lavorando

Essendo un titolo di Epic Games, Fortnite utilizza Unreal Engine 4 (come anche Battlegrounds di PlayerUnknown ), ma guardando le specifiche minime, vedrai che il gioco imposta una barra molto bassa da cancellare. Epic consiglia alcune delle specifiche di fascia più bassa per un gioco nel 2017, e anche le specifiche raccomandate sono di fascia bassa, soprattutto per gli standard odierni:

Specifiche minime:

  • CPU Intel Core i3 dual-core a 2,4 GHz
  • 4 GB di RAM
  • Grafica integrata Intel HD 4000

Specifiche raccomandate:

  • CPU Intel Core i5 quad-core a 2.8GHz
  • 8 GB di RAM
  • Nvidia GTX 660 o AMD Radeon HD 7870

Certo, vorresti un po ‘più potere di quello che è raccomandato per ottenere un’esperienza ideale con questo gioco. Quindi, come abbiamo fatto con la nostra funzione di guida grafica per PUBG , abbiamo testato ciò che potevamo ottenere da un modesto sistema mid-range precedente. Abbiamo usato un sistema equipaggiato con le seguenti specifiche:

  • CPU Core i5 3570K a 3,4 GHz
  • 8 GB di RAM
  • MSI GTX 970 da 4 GB

Spiegazione delle impostazioni grafiche

Ora che abbiamo delineato il nostro banco di prova, diamo un’occhiata alle opzioni grafiche con cui Fortnite ti mette a tacere. Per i veterani del gioco per PC, il menu delle impostazioni grafiche non dovrebbe sorprendere. Tuttavia, con la popolarità esplosiva di Fortnite e il modello free-to-play, ci saranno sicuramente alcuni giocatori che si chiedono cosa significano alcuni di questi termini e come influisce sul gioco.

La risoluzione è la prima cosa da affrontare e ti consigliamo di utilizzare la risoluzione nativa del tuo monitor. Durante i nostri test, abbiamo utilizzato 1920×1080 (ovvero 1080p) a schermo intero con il framerate impostato su Unlimited , sebbene sia possibile bloccarlo alla frequenza di aggiornamento del monitor. La risoluzione 3D è essenzialmente una scala di risoluzione. Ciò consente di eseguire in modo efficace una risoluzione di gioco inferiore senza dover forzare il computer a passare dalla sua risoluzione nativa. In realtà è solo per i sistemi di fascia bassa, quindi sicuramente vorrai tenerlo al 100%, altrimenti il ​​gioco apparirà sfocato.

View Distance determina il punto in cui vengono rappresentati gli oggetti secondari. Poiché questo gioco ruota intorno a un campo di battaglia su larga scala, è meglio tenerlo il più alto possibile. Siamo in grado di eseguire l’impostazione Epic, ma non influisce molto sulle prestazioni o sulla qualità visiva. Sei ancora in grado di vedere in lontananza strutture, edifici e nemici anche a una qualità inferiore.

Ombre determina la qualità delle ombre dell’oggetto e del giocatore. Può anche essere disattivato completamente. Consigliamo di impostarlo almeno su Medio perché in alcuni casi, vedere un’ombra di un giocatore dietro un angolo o spunta dietro la copertura ti aiuterà a tracciare e ad anticipare i movimenti nemici e potrebbe aiutarti a ottenere il salto su di loro.

L’anti-aliasing elimina i bordi attorno ai bordi di oggetti e superfici. Maggiore è l’impostazione, più liscia e pulita sarà l’immagine complessiva. L’opzione Media usa FXAA, che non sembra il migliore, ma difficilmente influisce sul framerate. Abbiamo abbastanza energia per risparmiare, quindi abbiamo utilizzato l’impostazione Alta che utilizza l’AA temporanea e sembra davvero bella.

Le trame influiscono sui dettagli delle superfici. Abbastanza semplice, purché la tua scheda grafica abbia abbastanza VRAM. La nostra GTX 970 da 4 GB gestisce l’impostazione Alta senza problemi. Gli effetti sono un po ‘complicati in quanto non vedrai la differenza di qualità visiva e framerate fino a quando le esplosioni e la distruzione non inizieranno a riempire lo schermo. Dato che queste situazioni sono le più frenetiche e più importanti per mantenere un framerate alto, stiamo andando con un modesto valore medio. La post-elaborazione comprende effetti come l’occlusione ambientale e l’illuminazione dinamica. L’abbiamo mantenuta su Medium e abbiamo visto alcuni miglioramenti visivi, ma è uno dei meno evidenti sia nella qualità grafica che nel framerate. Motion Blur si riduce a preferenza e V-Sync dovrebbe essere lasciato fuori

Prestazioni e gamme di framerate

Con le nostre specifiche illustrate e le opzioni grafiche spiegate, ora possiamo entrare in alcuni numeri di prestazioni; forniremo una gamma generale di FPS in diverse partite di Fortnite: Battle Royale. Il nostro obiettivo era trovare un equilibrio tra framerate e qualità visiva, e siamo stati in grado di mantenere tra 100 e 150 FPS mentre percorrevamo la mappa e le strade dei centri urbani più affollati. Quando le cose si sono surriscaldate in uno scontro a fuoco, il nostro FPS variava da 80 a 110 FPS . Non abbiamo mai sperimentato un calo al di sotto del gold standard di 60 FPS.

Se ti trovi su una macchina con specifiche leggermente inferiori, ti consigliamo di disattivare l’anti-aliasing di una tacca o due. E se hai ancora bisogno di più fotogrammi, abbassare le ombre avrà l’impatto maggiore. Anche gli effetti di abbassamento verso il basso possono aiutare la stabilità durante intense battaglie.

Abbiamo anche provato a eseguire il gioco con tutto ciò che ha reso possibile la qualità di Epic e ottenuto un intervallo di FPS compreso tra 50 e 85 . Questo non è male in alcun modo, quindi se vuoi un po ‘più di flash, un sistema di media portata può gestirlo. Il rovescio della medaglia, con tutti i miracoli spenti e mantenendo la risoluzione a 1080p, siamo stati in grado di ottenere fino a 250 FPS , con dips a circa 170 FPS durante l’azione. Questo dimostra molta flessibilità per i sistemi di fascia bassa per funzionare con Fortnite.

Proprio come ci aspettavamo, Fortnite non è certo un gioco graficamente esigente e non è una sorpresa dato lo stile artistico. Questo non vuol dire che il gioco non abbia un bell’aspetto, perché sicuramente c’è un aspetto più vivace e animato di Fortnite. Tuttavia, ciò che sappiamo almeno è che il gioco gira senza intoppi, se non con qualche singhiozzo tecnico, nonostante la sua ampia scala. Per farla breve, è ottimizzato bene.

Fortnite: Guida alle 5 armi migliori

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.