Call of Duty: Black Ops III – Eclipse DLC – Recensione

Ed eccoci arrivati al secondo dei quattro pacchetti di espansioni previste per Call of Duty: Black Ops III, Eclipse, che viene proposto con la medesima formula del suo predecessore: quattro nuove mappe per il multiplayer competitivo e una nuova location per la modalità Zombie.
Dunque, andiamo subito a vedere nel dettaglio la bontà delle nuove aree di battaglia.

Tra grandi ritorni e piacevoli sorprese

Knockout è ambientato in un tradizionale Tempio Shaolin dal gusto retrò dalle medie dimensioni, e ci permetterà di ingaggiare scontri a fuoco a medio raggio favoriti dall’architettura degli esterni, ed intense sparatorie ravvicinate negli ambienti interni;
Spire ci porta in un terminal aeroportuale suborbitale futuristico situato nei cieli: anche in questo caso a farla da padrone sono i combattimenti a medio raggio, favoriti dai tanti dislivelli e passaggi che compongono la struttura;
Rift è ambientato in un un complesso militare posto sulla sommità di una caldera attiva, che ci obbligherà ad intensi scontri ravvicinati. In questa location sarà fondamentale padroneggiare a dovere le abilità di parkour del nostro alter ego, in quanto molte sezioni ne richiederanno l’utilizzo;
ed infine abbiamo Verge, una reimmaginazione della storica mappa di Call of Duty: World at War, Banzai, un livello dalle medie dimensioni, molto eclettico, che consente al giocatore di approcciare gli scontri nel modo che più preferisce. Inoltre, sono certo che i tanti fan storici del franchise apprezzeranno il lavoro di restyling svolto su una delle mappe più iconiche della serie.
Eclipse introduce anche una nuova mappa per la modalità Zombie, ovvero Zetsubou No Shima, nella quale i personaggi di Origins portano avanti la loro missione per arrestare l’apocalisse Zombie. I nostri eroi si trovano abbandonati su una remota isola del Pacifico che è la base del complesso della Divisione 9, un laboratorio di ricerca biologico i cui esperimenti con l’Elemento 115 ed i suoi effetti sulla biologia umana, animale e vegetale hanno creato orrori inimmaginabili. Zetsubou No Shima presenta una mappa ambientata su un’isola ricca di vegetazione, che include nuovi e terrificanti nemici non morti, una grande varietà di meccaniche di trasporto innovative, nuove trappole devastanti e missioni secondarie Zombie classiche.
La mappa ci è piaciuta molto, anche più di quella vista in Awakening, anche se permane ancora la sensazione di una certa confusione generale sulla struttura dell’avanzamento delle vicende narrative.

BO3 DLC2_Eclipse_Zombies 1_WM

On the road

Call of Duty: Black Ops III – Eclipse ci ha convinto grazie a delle nuove mappe interessanti e ben strutturate, e ad una nuova location infestata di zombie migliore della precedente.
Ma come sempre il nostro consiglio è quello di acquistare il pacchetto tramite il season pass, in quanto presa come esperienza a sé perde di significato.

FONTE

Chi è l'autore: danilo
Ceo Yessgame, da oltre 30 anni gioco e penso che trasmettere la passione del gioco con un sito sia il miglior modo !!

Partecipa!

Get Connected!

Come and join our community. Expand your network and get to know new people!

Commenti

Ancora nessun commento