Videogiochi cattivi - Hitman 4 Listen to this article

Cinema

Il successo di Hitman e la crescente notorietà di 47, fecero si che sbarcò anche al cinema.

Nel 2007 venne realizzata una discreta trasposizione cinematografica, Hitman: L’assassino, diretto da Xavier Gens ed interpretato da Timothy Olyphant nei panni del gelido sicario.

Immagine alloggiata da servimg.com

Anche in tempi più recenti, nel 2015, uscì un nuovo film, dall’ispirato e ottimo titolo Hitman: Agente 47. Diretto da Aleksander Bach ed interpretato da Rupert Friend, fu però meno fedele al personaggio originale.

Il ritorno

Nel 2012, dopo ben 6 anni di pausa, esce un nuovo capitolo della saga, Hitman: Absolution, ma questa volta a marchio Square Enix. IO Interactive ebbe diversi problemi fino ad una drastica riduzione di personale nel 2010.
Square Enix acquistò quindi il marchio, in modo da riportare alla luce una saga dal potenziale enorme.

Ci furono prime indiscrezioni che fecero intendere che il nuovo Hitman sarebbe stato un banale shooter in terza persona, causando ire tra i fan. Ma fortunatamente, le cose non andarono così e Hitman: Absolution non solo non si “rovinò” tradendo la propria natura, ma rimane uno dei capitolo migliori della serie.

Una progressione della trama più lineare, più simile ad Hitman 2: Silent Assassin, e l’aggiunta di diverse nuove funzioni, come una modalità concentrazione, che in alcuni casi facilita il gioco, ma anche con più probabilità di essere scoperti in seguito ad un travestimento, se per caso incontriamo una persona dello stesso “mestiere”.

Immagine alloggiata da servimg.com

Immagine alloggiata da servimg.com

In alto, un’istantanea da Hitman: Codename 47, a seguire da Hitman 2: Silent Assassin. Sotto da Hitman: Absolution.
Passano gli anni, e le migliorie sono ben evidenti, ma l’impostazione base del gioco è rimasta pressochè la stessa.

Immagine alloggiata da servimg.com

Condividi

Pagine: 1 2 3 4 5

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.