Those Who Remain: La nostra anteprima

Those Who Remain: La nostra anteprima

25 Marzo 2020 0 Di Canessio
Those Who Remain: La nostra anteprima 1 Listen to this article

Una piccola anteprima sull’horror psicologico di Wired Productions

Volete sapere se vale la pena affrontare l’oscurità con tutti i suoi pericoli in Those Who Remain? Allora seguiteci in questa anteprima speciale.

In questi ultimi giorni abbiamo avuto modo di provare una demo dell’horror psicologico in prima persona sviluppato dallo studio indipendente Camel 101 e prodotto da Wired Productions. Nella build a nostra disposizione abbiamo vissuto i primi minuti di gioco che ci hanno fornito una panoramica generale sulla trama e l’atmosfera.

Resta alla luce!

Il gioco ci mette nei panni di Edward, un uomo apparentemente felice, che decidere di chiudere con la sua amante Diana per ricucire i legami con sua moglie e sua figlia. Per questo raggiunge il Golden Oak Motel dove Diana alloggia ma alla reception non trova nessuno. Edward riesce comunque a capire in quale stanza recarsi ma la trova stranamente vuota, con l’unico rumore dell’acqua nella vasca da bagno lasciata aperta.

Tornato al parcheggio, il protagonista si accorge che qualcuno ha preso la sua auto e prova invano a rincorrerla. Solo e lontano da casa, Edward si dirige verso la vicina cittadina di Dormont in cerca di aiuto ma lungo il tragitto si accorge che alcune inquietanti presenze lo stavano seguendo nell’oscurità, allontanate però da ogni possibile fonte luminosa.

Those Who Remain - Screenshot

Con questo incipit davvero intrigante non possiamo che aspettarci un titolo ad alto tasso di suspense, ma la brevità della demo a disposizione non ci ha permesso di confermare questa nostra ipotesi.

Sul lato gameplay invece, essendo Those Who Remain un titolo in prima persona, potremo muoverci liberamente all’interno di due dimensioni parallele interagendo con diversi oggetti per risolvere puzzle ambientali e per scoprire qualche informazione in più sul mondo di gioco e i suoi misteri come le presenze nell’oscurità che saranno sempre lì ad osservarci, donando quel pizzico di tensione costante che ci è piaciuto davvero molto.

View post on imgur.com

Alti e bassi

L’atmosfera spettrale di Those Who Remain colpisce fin da subito e l’ansia è mantenuta a livelli elevati per tutta la durata della demo grazie alle presenze nascoste nell’oscurità che ci seguono ad ogni passo.

View post on imgur.com

Tecnicamente sapevamo di trovarci di fronte ad un titolo incompleto, con alcuni elementi che necessitano di ulteriori migliorie. Atmosfere e giochi di luce sono ben realizzati mentre alcuni modelli poligonali sarebbero da rivedere ma confidiamo negli sviluppatori; la colonna sonora cupa non è memorabile ma svolge comunque il suo lavoro. L’ottimo doppiaggio in lingua inglese è accompagnato da sottotitoli in diverse lingue, tra cui l’italiano.

In conclusione, noi non vediamo l’ora di mettere le mani sulla versione completa di Those Who Remain che vi ricordo uscirà il 15 maggio 2020 su PC, PS4 e Xbox One e, successivamente, anche su Nintendo Switch.

Per ulteriori informazioni, visita il sito ufficiale oppure segui il gioco su Facebook o Twitter.