I titoli indie più promettenti del 2020

I titoli indie più promettenti del 2020

13 Gennaio 2020 0 Di ExKui
, I titoli indie più promettenti del 2020 Listen to this article

Nuova decade, nuovi indie. Selezioniamo i migliori giochi indie che arriveranno durante il 2020 su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch.

Il potenziale del videogioco indipendente oramai non sorprende più nessuno. La scena indie è riuscita a conquistarsi un meritato posto d’onore all’interno di un appuntamento importante come quello del Game of the Years grazie a diversi titolo, che come il vino, migliorano ad ogni anno che passa. Parliamo di opere creative che, spesso, riescono a trasmettere qualcosa in più di tanti Tripla A.

Ormai ogni anno siamo abituati, o ci stiamo abituando, a ricevere titoli di alto livello come Undertale, Hollow Knight, Celeste, Dead Cells e Disco Elysium (per citarne alcuni), ma il 2020 si manterrà sulla stessa falsa riga del 2019 che ormai ci ha salutati? Beh, date un’occhiata a questa selezione che abbiamo preparato per voi, perché non c’è niente di meglio che lasciarsi trasportare dalla passione vera di sviluppatori che con poco regalano tanto. Buona lettura!

Minute of Island (Studio Fizbin)

Delizia videoludica. Non ci servono altre parole per descrivere quanto sia bello Minute of Island. Interamente disegnato a mano, in questo racconto animato accompagneremo Mo, una forma meccanica che vive in un arcipelago divorato da una strana forma di contaminazione. La sua missione consiste nel trarre in salvo quel poco che rimane della vita attraverso puzzle di ogni tipo.Un’avventura narrativa che ci pone di fronte ad un fenomeno attuale come quello del cambiamento climatico e, per disgrazia, a differenza di Mo, noi non possiamo fare uso della magia. Minute of Island arriverà su PC e tutte le console all’inizio del 2020. Tenete d’occhio questo indie.

Bloodroots (Paper Cult)

Già lo disse il trailer con il quale Bloodroots si è presentato durante il Nintendo Direct: uccidili tutti! Non si hanno frasi migliori per riassumere ciò che effettivamente questo indie è. Pura violenza, molto simile a Hotline Miami e Ape Out. In Bloodroots possiamo utilizzare praticamente tutto quello che abbiamo a disposizione per far sì che Mr. Wolf crei il chaos intorno a se. E quando diciamo tutto, intendiamo TUTTO. Bloodroots ancora non ha una finestra di lancio ben precisa in questo 2020, ma noi ci stiamo già preparando ad usare la nostra creatività in questo indie.

 

Dreamscaper (Afterburner Studios)

Altra sorpresa che il 2020 è pronto a regalare agli amanti degli indie e non è Dreamscaper. Si tratta di un bellissimo Action RPG che ci fa indossare i vestiti del giovane Cassidy per combattere non solo contro mostri, ma anche contro la depressione. Per essere più chiari: i mostri non sono altro che la rappresentazione fisica di questi sentimenti negativi e i nostri giorni miglioreranno solo affrontandoli. Le esperienze che vivremo esplorando la città influiranno su ciò che ci accadrà durante la notte. In caso di vittoria contro le nostre paure riusciremo a sbloccare aeree extra da visitare, se perdiamo, beh, ci toccherà riaffrontare le nostre paure tutte da capo.

Carrion (Phobia Game Studio)

Carrion fù la grande scommessa di Devolver Digital all’ultimo E3. Descritto come un gioco di paura all’inverso, qui saremmo il mostro e non la vittima. Una svolta che ci metterà nei panni di un temibile mostro il quale unico desiderio è quello di sfuggire dal laboratorio in cui è “vittima” di esperimenti. Il titolo non ha ancora una data di lancio specificata, ma non vediamo l’ora di mettere le mani sopra su PC e Xbox One per vivere questo terr

ore all’inverso.

 

Backbone (EggNut)

Turno di Backbone, puro film-noire con uno dei stili pixel-arts più belli dell’anno. Saremmo chiamati ad interpretare un procione con deliri alla Sherlock Holmes in un mondo animale che aspira a reinventare il genere del punta e clicca. Una delle sue migliori caratteristiche sarà un sistema di dialogo ben ramificato che ci permetterà di vivere un’avventura di esplorazione ed enigma che punta a diventare pietra miliare. Una colonna sonora con geniali tocchi di jazz per quella che si appresta ad essere uno dei titoli indie più interessati di questo 2020. Il titolo arriverà su PC, la data rimane misteriosa.

Ori and the Will of the Wisps (Moon Studios)

Scusate, ma devo mettermi in piedi in segno di rispetto ed ammirazione per il sequel di uno dei titoli indie 2D dell’ultimo decennio. Ori and the Will of the Wisps arriverà nell’ecosistema Microsoft questo febbraio con un comparto grafico molto più curato rispetto alla prima avventura. Stesso discorso per la giocabilità, molto più pulita con diverse aggiunte tutte da scoprire. Migliorato nel movimento e ristrutturato nelle abilità Ori è pronto a tornare per farci vivere, ancora una volta, quella che si appresta ad essere un’avventura ricca di musiche e momenti indimenticabili. I fans del platform potranno giocarlo su PC e Xbox One il prossimo 11 febbraio, il titolo indie sarà reso disponibile al day one anche su GamePass.