Dark Souls 3 guida consigli per i veterani

Sharing is caring!

Dark Souls 3: ora due consigli a i veterani


Questa ovviamente non vuole essere una guida per insegnare a i veterani come giocare DS3, ma solo ad rinfrescare la memoria e magari perche’ no insegnarvi anche qualcosa che gia’ non sapete.

Perché è vero che alcune meccaniche sono uguali o simili al passato, ma i cambiamenti non mancano.

I consigli che seguono chiaramente fanno bene a tutti, ma sono pensati per i veterani. Se siete alle primissime armi vi consigliamo di dare una lettura alle 10 cose per cominciare al meglio,

Potete ignorare le abilità delle armi

Una delle maggiori novità che Dark Souls 3 porta alla serie è l’introduzione delle abilità speciali delle armi. Si tratta di mosse che permettono a chi non usa la magia di sfruttare la barra blu (PA) per attivare degli attacchi diversi a seconda dell’arma. Sono generalmente colpi molto forti e che non possono essere interrotti.

Detto questo, avendo finito il gioco, possiamo assicurarvi che il ruolo delle abilità delle armi non è poi così centrale, anzi, spesso le abbiamo utilizzate solo come ultima opzione contro i nemici più forti (e durante i boss quasi mai).

Questo non vuol dire che non siano utili, soprattutto nelle fasi iniziali sanno il fatto loro infatti, ma ci sono delle occasioni in cui non sono particolarmente comode (come quando avete uno scudo equipaggiato e dovete saltare da una stance all’altra).

Se la prospettiva di gettare altra carne al fuoco vi spaventa non temete, potete ignorare completamente questa novità e tirare dritto. Ce la farete comunque.

Potete curarvi solo con le fiaschette Estus

Non ci sono più le gemme o le erbe di Demon’s Soul: dare una bella tracannata di Estus è l’unico modo per recuperare vita in Dark Souls 3 (tacendo di alcuni rari oggetti che funzionano una volta sola).

Detto questo, se non sapete cosa fare con tutta la vostra barra blu (e state ignorando le abilità speciali delle armi), sappiate che potete utilizzarla per attivare dei miracoli. Per equipaggiarli basta avere il richiesto livello di fede.

Praticamente si tratta di una meccanica molto simile a quella delle gemme: la cura è più lenta rispetto a quella che si ottiene con le fiaschette Estus, ma sempre meglio di niente (soprattutto all’inizio quando ancora non avete trovato tranti frammenti Estus).

Se siete in difficoltà potete decidere di spendere tutto il vostro Estus per recuperare vita, andate dal fabbro all’Altare del Vincolo per farlo.

La morte funziona diversamente

Lo sapete già, quando si muore in un Souls la barra della vita subisce un bel taglio e si può recuperare soltanto tornando umani.

Il sistema è sensibilmente differente in Dark Souls 3 però, ed è suddiviso in due forme. Il primo, quello facile, si chiama Ember.

Si parte senza questo prezioso oggetto, che va consumato per far tornare la vita al suo massimo (o si ottiene lo stesso risultato uccidendo un boss). Il numero di Ember che trovate nel gioco (un po’ come succedeva con le Effigi Umane di DS2) non è molto alto anche se potrete comprarle da un certo NPC.

Il secondo livello della meccanica è più profondo e suddiviso in livelli fino al novantanovesimo. Si parte da zero, e si sale di livello con ogni morte, ma solo dopo avere parlato con un certo NPC ed avere accettato la punizione.

PIù avanti nel gioco troverete un oggetto che riporterà le cose al punto di partenza ma lascerà i livelli guadagnati intatti. Per eliminare anche quelli c’è un modo, ma non facciamo spoiler!

Questo procedimento costa parecchio, rimuove un finale e chiude una questline, quindi chiaramente lo sconsigliamo.

I colpi alle spalle sono tornati

Ok, non è che se ne fossero mai andati completamente visto che abbiamo sempre potuto infliggere danni extra attaccando i nemici da dietro.

La differenza in Dark Souls 3 è che la finestra temporale in cui potete far partire gli attacchi è più semplice da individuare, quasi ai livelli di Demon’s Souls.

Sarà così fino alle ultime fasi del gioco, dove purtroppo la finestra si rimpicciolisce. Il consiglio è di impratichirsi fin dall’inizio visto che vi permette di risparmiare un po’ di Estus. Alcune classi sono migliori di altre (chiaramente i ladri), ma generalmente sono anche quelle che ne beneficiano di più.

Potete muovervi mentre bevete Estus

Dark Souls 3 fa la cosa giusta: vi permette di muovervi mentre tracannate le vostre fiaschette Estus.

Non potete correre o fare movimenti particolarmente rapidi ovviamente, ma anche gli spostamenti più piccoli possono fare la differenza durante una battaglia con un boss per esempio..

È veramente degno di nota che un cambiamento così piccolo possa essere così importante.

L’Adattabilità di Dark Souls 2 non c’è più

Una delle caratteristiche meno apprezzate di Dark Souls 2 era la necessità di spendere punti abilità per potenziare l’Adattabilità, una statistica che serviva per fare capriole, alzare lo scudo più in fretta e bere Estus più rapidamente tra le altre cose.

Dark Souls 2 vi faceva partire da una posizione di svantaggio, e sembrava troppo persino per un titolo From Software. In Dark Souls 3 la meccanica è sparita, e per fortuna tutte le varie caratteristiche del personaggio hanno un ruolo decisamente più chiaro.

Non potete potenziare l’armatura

Purtroppo in Dark Souls 3 non potrete modificare le armature in nessun modo. Potete migliorare armi e scudi, ma non tutto il resto.

Questo fa si che ci sia un’attenzione maggiore al miscuglio dei vari set per ottenere il massimo dagli oggetti che si indossano. Non è una grave mancanza, visto che ci sono tante opzioni da cui scegliere però.

Spesso vi capiterà di trovare dei set completi, e così vi preoccuperete meno di farmare per un pezzo mancante (anche se capita ancora).

Potete respeccare e cambiare build

C’è un NPC attorno a metà dell’avventura che vi permette di riallocare i vostri punti abilità.C’è un piccolo SPOILER ora, se non volete sapere come si chiama e dove si trova passate alla slide successiva.

Dovrete andare a trovare Rosaria nella Cattedrale delle Profondità. Dovrete unirvi al suo Patto delle Dita e portarle una Lingua Pallida per rimescolare i vostri attributi a piacere, ma potrete farlo solo 5 volte nel gioco.

Mura illusorie e mimic

Se avete già letto la nostra guida coi 10 consigli per cominciare già sapete che questo è un punto importante, talmente importante che ci sentiamo di riproporlo anche ai giocatori più abili. Mura illusorie e forzieri che in realtà sono nemici sono praticamente ovunque.

In certe zone un’illusione è tutto quello che c’è tra voi e un’area segreta. Quando liberate una zona, ma vedete ancora del loot che non sapete come raggiungere,  è probabile che ci sia un muro finto da qualche parte.

Anche i mimic sono ovunque, anzi, probabilmente sono più loro delle casse vere e proprie!

Come vi abbiamo già detto il consiglio definitivo qui è di avvicinarvi ai forzieri solo dopo avere spazzolato tutti gli altri nemici.

Le lucertole di cristallo sono delle schiappe

Non sarebbe un gioco della serie Souls senza lucertole di cristallo, ma per fortuna questa volta sono relativamente semplici da abbattere.

Un colpo ben assestato le farà andare a pancia all’aria dandovi un bel po’ di tempo per finire il lavoro. Ci mettono anche di più a scomparire.A good thrust or slash will flip them over, giving you ample time to finish the job.

Per fortuna la maggior parte delle volte sono da sole poi, così non dovrete ricaricare dal Falò per andare a prendere quella che vi è sfuggita.

Le armi si danneggiano

I danni alle armi sono stati introdotti in Dark Souls 2 e la maggior parte di noi non li ha mai amati. Non solo, ma su PC i 60fps facevano sì che le armi si degradassero più rapidamente che su console!

Se da un lato è vero che la meccanica torna alla carica in Dark Souls 3, dall’altro la troviamo limata e meno intransigente. Vi capiterà più spesso di finire l’Estus piuttosto che di rompere un’arma per fortuna, e la buona disposizione dei Falò rende il tutto ancora più gestibile.

Nel caso vi capiti di avere un’arma rotta però, vi basterà recuperare della polvere di riparazione (costa poco): già ne avete all’inizio del gioco e per capirci noi non abbiamo mai dovuto comprarne.

Il New Game Plus non parte da solo

Il New Game Plus di Dark Souls 3 parte con una semplice domanda dopo il filmato finale: se scegliete sì comincia, se scegliete no vi ritroverete all’Altare del Vincolo.

La decisione è tutta nelle vostre mani, e non è definitiva. Se al momento non vi sentite pronti, potete sempre decidere di avvicinarvi al Falò dell’Altare del Vincolo per attivare il New Game Plus.

 

Fonte Vg247.it

 

Ecco le nostre guide:

Dark Souls 3 guida a tutti i finali disponibili

Dark Souls 3 guida come diventare invisibili agli invasori

Dark Souls 3 guida: come reclutare gli NPC e guida alle missioni secondarie

Dark Souls 3 guida anime boss infinite

Dark Souls III tutti i patti

Dark Souls 3 Guida a tutti i Boss

Dark Souls III guida al pvp

Dark Souls 3 guida 10 consigli su come cominciare al meglio (no spoiler)

Dark Souls 3 guida : come uccidere Wolnir il Signore Supremo

Lascia un commento