La Juventus in partnership con Konami

FIFA 2020: La Juventus non sarà presente!

La notizia che sta facendo molto discutere in questi giorni sia il mondo del calcio che quello dei videogames (e, segnatamente, gli ambienti composti da appassionati di entrambe le cose) è quella dell’accordo in esclusiva tra Konami e la società calcistica italiana Juventus FC, attualmente detentrice del titolo di campione d’Italia.

L’accordo prevede la possibilità, per la società sviluppatrice di PES 2020, di utilizzare in esclusiva il nome della squadra, i volti dei giocatori, lo stemma e tutto il materiale “ufficiale” relativo alla Juventus. Lo stesso Miralem Pjanić, centrocampista della Juve, farà bella mostra di sè sulla copertina del gioco, mentre l’iconico Allianz Stadium, stadio ospitante la squadra in casa, verrà dettagliatamente riprodotto all’interno del titolo di casa Konami.

Pjanic digitalizzato in PES 2020

Ovviamente tale accordo, della durata di tre anni, esclude la possibilità per Electronic Arts di inserire il materiale ufficiale della Juventus FC nel suo imminente FIFA 2020, così come negli episodi successivi. Per una volta, dunque, sarà il colosso giapponese a potersi avvalere (almeno per una  singola squadra, che però è tra le più famose e seguite al mondo, con un quantitativo abnorme di tifosi italiani) di risorse “ufficiali”, senza dover ricorrere ai famosi “giri intorno” che tanto facevano sorridere i giocatori. E.A., non potendo usare il nome della città (com’è sua tradizione per le squadre di cui non possiede la licenza ufficiale), essendo questo già associato ad un’altra squadra esistente, dovrà trovare una soluzione diversa in merito al nome della squadra e dello stadio.

Quanto peserà questo accordo (che Konami sta giustamente pubblicizzando a gran voce sul proprio sito ufficiale e sui suoi canali di marketing) sul tradizionale “braccio di ferro” che ogni anno vede impegnati i due brand sportivi nella competizione per la coppa di “miglior simulazione calcistica”? Chi vincerà vedrà.

 

Chi è l'autore: Variele
Dopo aver attraversato l'Abisso, come Raziel, ne è riemerso molto più saggio e potente, ma anche molto più brutto. Videogiocatore dal 1984, redattore e streamer adora non solo giocare ai videogiochi, ma anche discuterne a più livelli. E adora parlare di sè in terza persona, come ogni riverita Maestà che si rispetti.

Partecipa!

Get Connected!

Come and join our community. Expand your network and get to know new people!

Commenti

Ancora nessun commento