ESPORTS A SCUOLA con il campione di FIFA

Sharing is caring!

Gli Esports per la prima volta a scuola, con un progetto didattico ed un testimonial d’eccezione: Daniele ‘Prinsipe’ Paolucci del team MKERS.

Lunedì 3 giugno, dalle 9.30 alle 13.00 presso l’istituto in Piazza delle Resistenza 1 a Monterotondo si conclude questo percorso didattico con la presentazione dei manifesti e dei project work elaborati dagli studenti durante il percorso formativo e con un evento speciale aperto a tutti e dedicato agli Esports in presenza del campione di FIFA Daniele ‘Prinsipe’ Paolucci e di Thomas De Gasperi – Chief of Communication dei MKERS, il team competitivo di Esports leader in Italia, ambasciatore per il mondo del marchio Armani Exchange. Daniele e Thomas risponderanno a domande e curiosità degli studenti, dei docenti e dei dirigenti scolastici presenti e sfideranno gli studenti più ‘ambiziosi’ alla PlayStation.

Ideato e promosso dalla Creative Management Association in collaborazione con la Cooperativa Sociale Il Pungiglione, il progetto ‘BES – Da Bisogni Educativi Speciali a Basta Essere (E)Sportivi’ ha visto protagonisti nella sua prima edizione pilota gli studenti di 6 classi dell’Istituto Piazza della Resistenza di Monterotondo (RM). Dopo una serie di plenarie con figure formative specifiche tra cui Viola Nicolucci (psicoterapeuta e piscologa della salute specialzzata in engagement gamification e UX), Luigi Sansò (docente responsabile della sezione Music Composition per Cinema e Videogame della Scuola Internazionale di Comics) e Giovanni Esposito (docente formatore per la Scuola dello Sport del CONI) – e dopo un ciclo di 9 incontri nelle classi, gli studenti hanno avuto modo di approfondire alcune delle tematiche riguardanti il vasto mondo dei videogiochi, con focus specifico sugli Esports. Successivamente sono stati divisi in gruppi e, dopo aver selezionato una dei tre argomenti trattati nel progetto, hanno elaborato veri e propri manifesti e project work di ricerca.

‘Si tratta di un’esperienza didattica assolutamente innovativa in Italia – ha affermato Carlo Alessandri, presidente della Creative Management Association – pensata e realizzata per la prima volta all’interno di un Istituto d’Istruzione Superiore grazie alla collaborazione tra una scuola, una cooperativa sociale ed un promotore privato. Un approccio formativo nuovo su uno dei temi sociali e di intrattenimento che stanno più a cuore alle famiglie italiane: l’utilizzo dei videogiochi da parte dei loro figli, che questo progetto ha permesso di analizzare anche da un punto di vista sociale e come opportunità professionale. Ringraziamo i dirigenti scolastici per la fiducia e speriamo si possa replicare presto anche in altri Istituti’.

“Il servizio di Assistenza Specialistica della cooperativa sociale “Il Pungiglione” ha accolto la proposta progettuale della CMA con molta curiosità – ha dichiarato Angelica Giannetti, coordinatrice del progetto per la Cooperativa Sociale “Il Pungiglione” – tematica per noi nuova quella degli Esports, completamente! A fine anno scolastico, possiamo dire di essere davvero soddisfatti per la collaborazione con il team di CMA, ma soprattutto di aver scoperto un mondo davvero affascinante e con tante sfaccettature da poter approfondire. L’attesa per la giornata di chiusura del progetto BES è grande, poiché intenso è stato il percorso realizzato insieme agli studenti e alle studentesse da parte delle Assistenti Specialistiche”.

CMA – Creative Management Association, è una società di consulenza che opera nel mondo delle organizzazioni sportive, per le quali cura gli aspetti gestionali relativi all’impiantistica, al marketing e agli eventi e alla comunicazione, con un particolare focus sulla responsabilità sociale d’impresa.

Yessgame, dove giocare è una cosa seria.

Lascia un commento